23 May 2016

Come utilizzare LinkedIn per il recruiting

Dai messaggi InMail all’advertising con LinkedIn Talent Solutions, dalle Company Pages a Pulse, una breve guida sui principali strumenti con cui potrete trovare i vostri candidati ideali

Proseguiamo il nostro approfondimento su LinkedIn e, dopo aver compreso insieme come trarre il massimo dai Gruppi, dirigiamo ora la nostra attenzione sugli strumenti che il Social Network mette a disposizione per il recruiting.

Il Social Network professionale trova nella domanda/offerta di lavoro la sua vocazione primaria, ma siamo sicuri di conoscere tutti i metodi per scovare i migliori talenti?

Ecco quelli che vi suggeriamo noi:

  • Ricerca & InMail

Siamo certi che stiate già utilizzando con profitto il metodo più semplice e intuitivo: ricerca continua e cura delle relazioni. Per individuare specifici utenti registrati alla piattaforma, LinkedIn offre ai possessori di un account Premium svariati filtri che ci permettono di restringere il campo: posizione geografica, azienda attuale e aziende precedenti, anni di esperienza nel settore e ruolo sono solo alcuni dei dati che possiamo selezionare. E poi, ovviamente, con le attività quotidiane del nostro account entriamo in contatto in modo naturale con altri professionisti che potrebbero rivelarsi interessanti. Come sapete, la fase di recruiting non dovrebbe essere limitata esclusivamente alle necessità di ruoli vacanti: coltiviamo, allora, tutte le stimolanti relazioni instaurate sulla piattaforma per avere un’idea chiara di chi potrebbe rappresentare la risorsa ideale anche per il futuro.

Gli speciali messaggi InMail possono essere utilizzati per contattare coloro che non fanno parte del vostro network e non sono vostri contatti. Utilizzateli per raggiungere un candidato convincente che magari non ha risposto direttamente a un vostro annuncio. Sono a disposizione solo per gli utenti Premium.

  • LinkedIn Talent Solutions

Sicuramente il modo migliore per fare recruiting su LinkedIn, si tratta di una piattaforma che offre ai Responsabili HR vari strumenti – tutti a pagamento – tra cui poter scegliere per strutturare la perfetta strategia di individuazione dei possibili candidati. Per farvi alcuni esempi: Recruiter vi permette di effettuare ricerche per raggiungere il profilo ideale targetizzando con molta precisione i parametri inseriti; Job Posts Job Slots vi permettono di pubblicare post e box con annunci di lavoro che compariranno sulle bacheche degli account che soddisfano le caratteristiche da voi inserite; Work With Us Ads inserisce le posizioni correntemente aperte in azienda, nei profili personali dei vostri collaboratori. Potrete anche combinare le varie soluzioni per una campagna di recruiting che non tralasci il minimo dettaglio!

  • Company pages

Se la vostra azienda possiede una pagina aziendale su LinkedIn, potrete decidere di implementare la sezione “Careers” dove pubblicare una descrizione della risorsa che state cercando. Potrete adottare questa soluzione previa contatto diretto con un partner dedicato della piattaforma che vi aiuterà a impostarla in modo ottimale.

    • Pulse

Si tratta del Blog interno a LinkedIn dove qualsiasi membro del Social Network può pubblicare un post che potrà essere letto da tutti gli utenti registrati Se all’apparenza può sembrare esclusivamente un contenitore di contenuti creativi, Pulse può essere un’ottima fonte per il recruiting: se siete alla ricerca di una nuova figura da inserire nel vostro Team, perché non cercarla tra i virtuosi della scrittura che si sono distinti per i contenuti proposti e le competenze dimostrate? Alcuni articoli molto dettagliati e ricchi di informazioni denotano una conoscenza dell’argomento non indifferente e questo potrebbe fare al caso vostro. Pulse, in questo senso, vi viene incontro: cliccando su “Scopri di più” (“Discover more”) e accedendo all’area dedicata alla personalizzazione dello strumento, avrete una panoramica di quelli che sono i profili più prolifici e che hanno ottenuto visibilità grazie alla produzione di contenuti di qualità. Se il cachet di Richard Branson, uno dei top influencer, non fosse alla vostra portata potrete sicuramente scovare un nuovo formidabile talento! 😉

LinkedIn, è proprio il caso di dirlo, ha messo nelle vostre mani un piccolo arsenale: quale sarà la prossima arma che deciderete di utilizzare?