30 August 2016

Il leader del futuro: ecco le skill che non potranno più mancare

No, non fatevi ingannare: non parliamo di quando ci sposteremo con il teletrasporto, né di quando i robot avranno sembianze umane

Parliamo di un futuro prossimo, molto prossimo. Parliamo di quando i cambiamenti sociali e le innovazioni tecnologiche muoveranno e modificheranno per sempre gli equilibri aziendali. Se state pensando che quel futuro è già arrivato… Beh, questo articolo fa per voi!

La domanda da porsi, allora, è: quali sono le capacità di cui un leader dovrà essere in possesso per far fronte agevolmente a questi cambiamenti? Noi, leggendo l’articolo “5 Top Leadership Skills to Cultivate for the Future” di Roz Bahrami, ci siamo risposti così:

  1. Guidare team culturalmente variegati. L’emigrazione e l’immigrazione sono un tema di attualità molto discusso: dai cervelli in fuga ai rifugiati, il flusso di diverse culture fra gli stati e i continenti sembra destinato ad aumentare sempre di più. La sfida? Saper non solo approfittare della diversità come arricchimento per il singolo e per il gruppo, ma anche sfruttarla per insegnare rispetto, collaborazione, apertura mentale ed empatia, qualità indispensabili in qualsiasi ruolo, a qualsiasi livello. L’obiettivo, non è quello di raggiungere le performance di un team “monoculturale” ma, ovviamente, di superarle!
  2. Lavorare con membri del team… Mai incontrati. Come posso formare un collaboratore senza affiancarlo nella sua quotidianità? Come posso organizzare il lavoro di chi non partecipa agli staff meeting? Come posso motivare chi mi ascolta dalla scrivania di camera sua? Solo alcune delle sfide che i leader si troveranno sempre più a dover affrontare. Per fortuna, la tecnologia ci aiuta!
  3. A proposito… Stare al passo con la tecnologia. Banale? Affatto. Una volta, un leader, doveva gestire un team. Ora, un leader, deve gestire un team e svariati supporti tecnologici che gli facilitano il ruolo se e solo se il livello di dimestichezza è molto elevato; il rischio che quell’app di project management diventi un ennesimo impegno, anziché un aiuto, è davvero dietro l’angolo!

Naturalmente, sono 3 skill che non dovrebbero mancare a nessuno, ma dobbiamo come sempre considerare l’effetto “cascata” che un buon leader – ma anche uno mediocre – avrà sull’intero team.

E voi cosa ne pensate? Com’è il vostro leader ideale, nel futuro? Ci siamo dimenticati qualcosa?

 

Photo credit: Rog01